gtag('config', 'G-MH0LTS95Y7');

Come fare un pompino

//Come fare un pompino

Come fare un pompino

Una delle realtà maggiormente diffuse all’interno di un rapporto sessuale è quella del sesso orale. Tantissime persone, come le statistiche, i sondaggi e gli studi hanno dimostrato, amano questa tipologia di rapporto sessuale che si svolge anche durante gli incontri con escort trans a Milano, ed è per questo motivo che il pompino risulta essere parte integrante di un qualsiasi rapporto di preliminari e non solo; allo stesso tempo, capire come realizzare sesso orale nella maniera più corretta rappresenta un cruccio per tante persone, che non sanno come rapportarsi a questa tipologia di rapporto sessuale nel migliore dei modi; partendo dalla considerazione secondo la quale saper fare un pompino è un qualcosa che dipende dalla pratica e dalla conoscenza del proprio partner, esistono diverse modalità che meritano di essere approfondite, e che portano a considerare come fare un pompino al meglio. Ecco, dunque, tutto ciò che c’è da sapere a proposito di questa pratica incredibilmente diffusa.

come fare un pompino

Come fare un pompino: approcciare al partner e comunicare con lui

Il primo ambito che merita di essere preso in considerazione, nel comprendere come fare un pompino, è quello che riguarda il tipo di approccio che deve avvenire nel cercare di effettuare questo tipo di rapporto sessuale basato sul sesso orale. In termini semplici, il sesso orale non passa soltanto attraverso tutte le modalità, i movimenti e le procedure da acquisire durante lo stesso, ma anche attraverso gli approcci specifici che riguardano i due partner e la comunicazione stabilita da entrambi.

Il pompino può avvenire sia come un preliminare piuttosto stimolante per l’uomo, sia all’interno di un rapporto sessuale, alzando sicuramente il livello erotico e di eccitazione relativo allo stesso; chiaramente l’impegno fondamentale è quello del partner impegnato a realizzare il pompino, che deve comprendere come fare lo stesso, ma anche il ricevente ha un compito ben chiaro: comunicare e suggerire il modo migliore per effettuare un sano ed eccitante sesso orale, in modo che lo stesso sappia donare grande piacere e, allo stesso tempo, non trasformarsi in una esperienza traumatica e difficile da sopportare perché dolorante.

La comunicazione, in definitiva, è il motore fondamentale per approcciare al proprio partner al meglio: conoscerlo passa attraverso una serie di interrogativi che non si deve aver paura di compiere, e relativi alla sua esperienza sessuale, alle sue prerogative di piacere e alle zone che ama veder stimolate durante la realizzazione di un pompino. Se si va a tentativi non si compie necessariamente un errore, ma si rischia di non veder realizzato il sesso orale nel migliore dei modi.

Quali zone stimolare durante un pompino?

A questo punto, si può considerare un interrogativo certamente più necessario da sottolineare se si è nell’ambito della realizzazione di un pompino. Il sesso orale è sempre bello e sa donare grande piacere, ma se realizzato nel migliore dei modi può provocare grande eccitazione in chi lo riceve, rendendo possibile una sua esplosione in termini di eiaculazioni copiose e non solo.

Se il proprio obiettivo è quello di far esplodere di piacere il proprio partner, ci sono alcuni consigli da seguire per realizzare un pompino nel migliore dei modi. Per prima cosa, il partner che realizza il pompino deve sempre mostrarsi come ammiccante, attivo nel processo di realizzazione del sesso orale, e non come passivo. Chi riceve un pompino ama essere stimolato, provocato durante questo particolare momento di piacere, ed è per questo motivo che risulta essere efficace realizzare alcuni giochi erotici – anche se verbali – prima e durante la realizzazione del pompino, in modo da rendere lo stesso molto più erotico.

Allo stesso tempo, se chi realizza un pompino si mostra disponibile ad essere toccato, l’esperienza diventa addirittura più eccitante: molte persone amano toccare il proprio partner mentre ricevono un pompino, non generalmente nella classica realizzazione del 69 ma anche in altre pratiche che portano il partner ricevente ad essere attivo nella stimolazione del piacere reciproco.

Infine, non si può trascurare l’importanza di alcune zone nello specifico, che tantissime persone amano vedere stimolante. In molti, ad esempio, amano vedere vere e proprie opere di coraggio, con il pompino che non si limita soltanto a leccare e stimolare la punta del proprio pene, ma il fusto totale dello stesso. Molto spesso ci si destreggia in tipologie di sesso orale che portano a giungere fino ai testicoli, che possono essere baciati e leccati durante l’atto del pompino: ciò renderà il ricevente ricco di eccitazione e piacere, che sarà ricambiata con una importante eiaculazione.

Avvertenze da considerare quando si fa un pompino

Per realizzare un buon pompino non bisogna guardare soltanto ad alcune modalità che risultano essere importanti e imprescindibili nella realizzazione del sesso orale, ma anche ad alcune avvertenze che risultano essere necessarie. La prima, che riguarda il ricevente, è quella di suggerire – qualora il partner non lo sappia già – di non utilizzare i denti, che possono arrecare grande dolore durante la realizzazione del pompino: si tratta di un gioco di labbra e lingua che come tale va realizzato, e che sa donare piacere senza la stimolazione dei denti.

Per il partner che realizza il pompino, invece, è importante non spingersi al di là dei propri limiti nella realizzazione della fellatio, onde evitare problemi di gola, respirazione o addirittura soffocamento: un pompino sa donare grande eccitazione e piacere anche senza essere realizzato fino alla base del pene.

banner-moglie
2022-06-23T11:10:42+02:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.